Condividi:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Dove trovo i dati? – PdV parte 7

Per fare un albero ci vuole un fiore, per fare una analisi ci voglio i dati. Dove e come trovi i dati?    

Paolo Pugni

Per fare un albero ci vuole un fiore, per fare una analisi ci voglio i dati. Dove e come trovi i dati?

 

 

Raccolta e Gestione dei Dati nell’Analisi del Processo di Vendita

L’analisi dipende dall’osservazione: impone una fotografia precisa e dettagliata, non impressioni, sensazioni, esperienze. Ci vogliono fatti. Dati.

Per questo la raccolta e la gestione dei dati rivestono un ruolo fondamentale nell’analisi del processo di vendita. Questo processo richiede l’acquisizione, la conservazione e l’analisi di una vasta quantità di informazioni per prendere decisioni informate e ottimizzare il processo di vendita.

È chiaro che bisogna trovare spesso un giusto compromesso tra la richiesta di dettaglio e i tempi che tutto ciò impone. La pratica impone equilibrio.

Detto questo, di seguito esamineremo con puntiglio tutte le fonti di dati utili nell’analisi del processo di vendita, i vari strumenti e tecnologie disponibili per la raccolta dei dati, nonché l’importanza dell’accuratezza e della completezza dei dati. Questo per permettere di comprende cosa possa essere realmente fatto e come organizzarsi nella raccolta dei dati per trasformali in informazioni, che sono i dati utili a prendere la migliore decisione.

Fonti di Dati Utili nell’Analisi del Processo di Vendita:

  1. Interazioni con i Clienti: Le interazioni dirette con i clienti rappresentano una fonte cruciale di dati. Queste includono chiamate telefoniche, e-mail, chat online, riunioni in persona e interazioni sui social media. Ogni conversazione offre preziose informazioni sulle esigenze dei clienti, le loro obiezioni e il loro interesse. Quali sono i canali? Come sono ripartiti? Perché? Chi li presidia? Come? Quante interazioni? Di quale durata?
  2. Dati sui Lead: I dati dei lead includono informazioni quali nome, azienda, posizione e dettagli di contatto. Questi dati aiutano a identificare i potenziali clienti, a qualificarli e a personalizzare l’approccio di vendita. Come possiamo catalogarli? Suddividerli? Quali segmenti sono più popolosi? Perché?
  3. Dati di comportamento online: Nel mondo digitale di oggi, il comportamento online dei clienti è una ricca fonte di dati. Questi dati possono includere visite al sito web, pagine visualizzate, contenuti scaricati e interazioni sui social media. L’analisi di questi dati consente di comprendere meglio gli interessi e le esigenze dei clienti.
  4. Dati demografici: I dati demografici, come l’età, il genere, la posizione geografica e la professione, forniscono informazioni sul pubblico di destinazione. Questi dati sono utili per la segmentazione dei clienti e per adattare le strategie di vendita.
  5. Storico degli acquisti: I dati sugli acquisti passati dei clienti sono fondamentali per prevedere comportamenti futuri. Questi dati possono rivelare modelli di acquisto, cicli di acquisto e prodotti o servizi preferiti.

Come posso raccogliere questi dati? Come faresti?